La buona Novella

Settanta volte sette

XXIV Dom. del T.O.

Settanta volte sette

Tutta la pedagogia divina prepara l’uomo al perdono. E’ un cammino lungo . Dio deve sottrarre l’uomo alle sue passioni e farlo entrare in un piano di carità. Già nel caso di Caino, l’omicida, Dio promette che chi lio ucciderà sarà vendicato sette volte. Nel Deuteronomio, mettendo fine ad una giustizia sfrenata Dio limita all’ “occhio per occhio e dente per dente”. Oggi Gesù nel Vangelo ci dice di perdonare sempre e nella preghiera ci insegna “Perdona a noi le nostre colpe come noi le perdoniamo ai nostri  debitori”. Il perdono diviene un nuovo comandamento ed è scritto nel cuore stesso della preghiera dei suoi discepoli-

 

Osservare la Legge

XXIII Dom. del T.O.

Osservare la Legge

"Se tuo fratello ha commesso un peccato...parlane con lui". Gesù propone quindi ai suoi discepoli di osservare i fratelli, di giudicarli e di condannarsi gli uni gli altri? Come conciliare tutto questo con l'imperativo evangelico "Non giudicate e non sarete giudicati". Oppure "Perché guardi la pagliuzza nell'occhio del fratello quando non vedi la trave nel tuo?"

Dio è fuoco divorante

XXII Domenica del T.O.

Dio è fuoco divorante

"Tu mi hai sedotto... mi hai fatto forza". Geremia esprime così la sua esperienza con Dio. Anche Pietro conosce la seduzione di Cristo: " Tu sei il Cristo il Figlio di Dio vivente". Pietro si aspettava un Messia trionfante ma Gesù comincia a smontare le sue illusioni parlando della sua morte. Pietro reagisce ma Gesu non molla: "Lungi da me satana....non pensi secondo Dio ma secondo gli uomini!".

Dio costruisce sull'uomo

XXI Domenica del T.O.

Dio costruisce sull'uomo

"Lamia vita è cominciata veramente il giorno in cui ti ho incontrato". Quanti possono dire cosi' pensando ad un incontro determinante della loro vita. Uno sguardo, un invito, una conversazione, un servizio reso o ricevuto hanno segnato il destino di una vita. Pietro ha sicuramente vissuto il momento più determinante della sua vita e della vita della chiesa il giorno in cui Gesù gli disse: "Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa".

Tutti alla tavola di Dio

XX Domenica del T.O.

Tutti alla tavola di Dio

MI hanno raccontato che in una chiesa di Roma fu visto entrare un giovane dello Sri-Lanka che pregava con grande raccoglimento. Finita la preghiera un parrocchiano gli si avvicinò e cominciò una conversazione amichevole durante la quale seppe che non era cristiano: "professo un'altra religione". "Perché allora sei venuto in chiesa?". "Perché nella vostra nazione non ci sono luoghi di preghiera della mia religione. Ma il tuo Dio e il mio Dio è lo stesso, soltanto noi li preghiamo in maniera differente.

Assunzione della Vergine Maria

Assunzione della Vergine Maria

Salita al cielo. Molti immaginano che il dogma dell'Assunzione significhi che Maria non è morta. Non è così. L'Assunzione vuole affermare che Maria è perfettamente solidale con Cristo e per conseguenza se Cristo è nella gloria di Dio c'è anche Maria. Se Cristo ha conosciuto la morte anche Maria l'ha conosciuta. Solidale nella morte e solidale nella vita. L'Assunzione non fa che ridirci la resurrezione: "Maria è viva corpo e anima". Quando diciamo "elevata al cielo" vuol dire che ha attraversato la morte che è passata da una vita umana ad una vita in pienezza.

Solo sul monte a pregare

XIX Domenica del T.O.

Solo sul monte a pregare

La preghiera di Gesù. I Vangeli ricordano ogni volta che sta per avvenire qualcosa di importante la preghiera di Gesù. Nel Vangelo di questa domenica la preghiera è legata alla morte del Battista e, attraverso questa "vittoria sul male," alla prospettiva stessa della morte di Gesù. In certo senso ricorda il Getsemani. Il ricordo del deserto ci richiama le tentazioni.

Salì su un alto monte

XVIII Dom. - Trasfigurazione del Signore

Salì su un alto monte

Il 6 Agosto si celebra la festa della Trasfigurazione del Signore. Questo episodio evangelico rappresenta una pagina importante per l'applicazione che è stata fatta di essa alla vita di ogni cristiano. Basti pensare che nel catino dell'abside di tutte le chiese orientali è raffigurata la trasfigurazione del Signore e la prima icona che ogni iconografo si impegna a dipingere deve essere la Trasfigurazione. Questo per dirci che ognuno deve aver davanti questa icona e leggere la vita in quella luce. Facciamolo oggi davanti alla splendida icona della Trasfigurazione di Raffaello conservata nei musei vaticani.

Ispirare le nostre scelte e le nostre azioni

XVII Dom. del T.O.

Ispirare le nostre scelte e le nostre azioni

Le due parabole del Vangelo di questa domenica, quella del tesoro nascosto e della perla preziosa nascondono delle chiare differenze nella persona del cercatore. Nella prima il tesoro era invisibile, nella seconda, la perla era visibile a tutti. Anche lo stesso motivo del loro comportamento è diverso. Per il primo è la Gioia "E' per lui una grande gioia". Per il secondo il motivo è il valore della perla.

Popolo di poveri, popolo di speranza

XVI Domenica del T.O.

Popolo di poveri, popolo di speranza

La tentazione dello scoraggiamento. Dinanzi alla proliferazione del male nel mondo, all'esperienza della povertà dei mezzi, all'apparente inefficacia del vangelo e della chiesa sommersa dall'indifferenza, dall'ateismo pratico, il successo delle altre religioni o sette, non siamo forse presi dallo scoraggiamento e tentati seriamente contro la speranza?

Uscì a seminare

XV Domenica del T.O.

Uscì a seminare

Ai tempi di Gesù la strada si distingueva difficilmente dai campi coltivati. Il seminatore sapeva bene che parte del seme sarebbe andato perduto perchè esposto agli uccelli o caduto tra i rovi. Gettava un seme molto abbondante. La parabola raccontata da Gesù è una testimonianza della generosità di Dio e della fiducia nel messaggio. La chiesa si interessa al terreno che riceve il seme, all’atteggiamento dell’uomo, ad una germinazione rapida, difficile o addirittura impossibile a seconda dell’accoglienza offerta alla Parola.

La vera felicità

XIV Domenica del T.O.

La vera felicità

Ieri , come oggi, alcuni hanno la fede , altri no. Gesù ci vede un aspetto della logica del Padre. Credere non è il risultato di una conclusione scientifica, le persone colte non hanno alcun vantaggio. Coloro il cui cuore è retto, trasparente, capace di aver fiducia nella Parola del Signore hanno maggior possibilità di diventare credenti.

Amare di più

XIII Domenica del T.O.

Amare di più

Amare Gesù "più" che sua madre, suo padre, i propri figli..... Questo "più" turba, scandalizza. L'amore come può essere quantificato, paragonato? Come capire se l'amore per Cristo è arrivato a livelli accettabili? Nella Bibbia un dettaglio non è messo per distrarre l'attenzione ma per centrarla sull'essenziale. Nell'espressione "amare di più" l'attenzione non è sul "più" ma "sull'amare".

Non abbiate paura!

XII Domenica del T.O.

Non abbiate paura!

"Non abbiate paura!" Furono le prime parole che il neo eletto Papa Giovanni Paolo II rivolse ai fedeli riuniti in piazza San Pietro per la sua intronizzazione il 22 ottobre 1978. Uscite dalla bocca di un Papa polacco, il cui paese faceva parte del blocco comunista, esprimevano la fermezza delle proprie convinzioni cristiane e il desiderio di dialogo con chi non le condivideva. Soprattutto penetrarono nel cuore di coloro che lo ascoltavano volendolo liberare da ogni forma di inquietudine e di paura.

Corpus Domini

Corpus Domini

Gesù è passato facendo del bene e annunciando la buona novella che Dio è amore e che viene a stabilire il suo regno; à morto nella condizioni che sappiamo; è risuscitato; ha inviato la Spirito Santo che è anche lo Spirito del Padre. Tutto questo culmina nell'Eucarestia. Si ricapitola in questo sacramento che ci permette di appropriarci oggi "Qui e ora", tutto ciò che Cristo è stato, tutto ciò che è e anche tutto ciò che sarà quando il suo corpo, che siamo noi riuniti sarà compiuto.

Newsletter

 

Seguici

lamiaVocazione.it
Suore Compassioniste Serve di Maria
Via Appia Nuova 1009
00178 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mappa