lamiaVocazione.it 

Investire la Vita per essere felici

Per restare sempre aggiornato iscriviti alla newsletter e ai profili social.

La buona Novella

  • La rivelazione dell'amore

    La rivelazione dell'amore

    "Il giusto è morto per i colpevoli". Ecco la frase della seconda lettura che ci mette in difficoltà ma che è essenziale per capire tutta la Rivelazione. Vediamone tutte le implicanze.

    "Bisognava che fosse un giusto". La Scrittura insiste sul fatto che era necessario che fosse un giusto ad essere messo a morte. Lo dimostrano i due ladri crocifissi con Lui, la folla che preferisce Barabba, il ladro, a Gesù.

  • Io sono la Via la Verità e la Vita

    Io sono la Via la Verità e la Vita

    "Chi ha visto me ha visto il Padre". Leggendo il Vangelo non cesseremo di stupirci. Un uomo come me e come voi, un uomo come gli altri (che sia santo, giusto, non cambia niente: è un uomo) ha osato dire parole simili. Un uomo datato, localizzato si presenta come l'origine assoluta di tutte le cose e di coloro a cui si indirizza.. Il "fine di tutte le cose" sono io. Se avete visto me avete visto Dio.

Lettera della settimana

  • Omelia per gli ottanta anni.

    Omelia per gli ottanta anni.

    Siamo qui a celebrare il solstizio d'estate, l'inizio di una nuova stagione e anche per dirvi che:
    E' bello avere ottanta anni. Lo auguro di cuore a tutti. Si vede proprio che siamo fatti per crescere.

  • Vivo nel rischio

    Vivo nel rischio

    Corriamo il rischio è di fare di tutta la vita un carnevale, vivere in maschera e recitare una parte che non è nostra. Tra poche ore comincia la Quaresima, un tempo di grazia per fare la verità nella nostra vita. La differenza tra la quaresima e il Ramadan è che nell'Islam sono sottolineate pratiche religiose esterne come non mangiare durante il giorno e frequentare la moschea, la quaresima invece è tutta interiore.

Vocazione

  • UN  POPOLO DI CHIAMATI

    UN POPOLO DI CHIAMATI

    Una domenica l’anno è chiamata “giornata vocazionale”. Sarebbe un problema se la considerassimo una giornata come quella destinata agli emigranti, all’università cattolica o alla Terra Santa, ovviamente senza togliere nulla a nessuno, si tratta invece di una giornata in cui prendere coscienza e tirarne le conseguenze sul fatto che siamo un popolo di chiamati. Inutile dire che mancano le vocazioni e magari dare dei numeri, son cose risapute che purtroppo si concludono in lamentele e nel “dobbiamo pregare di più” cosa sempre lodevole e mai sufficiente.

  • VIVERE E’ RISPONDERE

    VIVERE E’ RISPONDERE

    Domenica prossima sarà dedicata alle vocazioni , ma siccome il tema è vasto e importante ne comincio a parlare oggi per intrattenerci almeno due volte. Quando si parla di vocazione di solito si pensa ai preti e alle suore mentre invece la vita stessa è una vocazione e nella vita tutto è vocazione perché tutti siamo chiamati a poter essere.

Testimonianze

  • Testimonianza di Nicola

    Testimonianza di Nicola

    Salve a tutti, sono Nicola Lettieri, ho 22 anni e provengo dalla parrocchia San Nicola di Bari in Picerno, appartenente alla Diocesi di Potenza - Muro Lucano - Marsiconuovo. Non è facile parlare o scrivere riguardo alla propria vocazione in quanto è un dono, ma nello stesso tempo è anche un mistero così come affermava San Giovanni Paolo II; la vocazione è un fatto personale, non nel senso che nessuno la debba conoscere, qualcosa che tengo esclusivamente per me, ma in quanto è parte integrante della persona stessa, che entra nel mistero dell'inafferrabile. Essa però richiede al contempo una testimonianza verace di quella che è la propria esperienza di vita cristiana.

  • Testimonianza di Mattia

    Testimonianza di Mattia

    Carissimi lettori,mi chiamo Mattia Albano, sono un seminarista del Seminario Maggiore Interdiocesano di Basilicata e vorrei parlarvi della mia esperienza vocazionale. Il seminarista, in cerca di una risposta alla sua chiamata, interroga Dio così come un bambino interroga suo padre, con fiducia e pazienza, sicuro che la risposta giusta sarà data a tempo debito, quando sarà in grado di assimilarla. Così anche in tutti gli ambiti della nostra vita , secondo le circostanze, dobbiamo confrontarci con dei perché: chi sono? perché esisto? perché c’è la sofferenza o il male?

Questo portale nasce per volontà di S.E.R Mons. Giuseppe Mani ed ha l'obiettivo di realizzare un nuovo modo di proporre il discernimento vocazionale e al tempo stesso la formazione di tutti coloro che sono in “cammino” verso la volontà del Signore.

Twitter

  • 01
  • 02
  • 03
  • 04
  • 05
  • 06
  • 07
  • 08
  • 09 BG
  • 10
  • 11 BG
  • 12
  • 13 BG
  • 13
  • 14 BG
  • 15
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 41
  • 50

Newsletter

 

Seguici

lamiaVocazione.it
Suore Compassioniste Serve di Maria
Via Appia Nuova 1009
00178 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mappa